Il licenziamento è l’atto unilaterale con il quale si realizza il potere di recesso che l’ordinamento riconosce al datore di lavoro. Perché si produca l’effetto estintivo, l’atto deve essere perfetto secondo la fattispecie che la legge pone. Ciò nonostante, il difetto del presupposto giustificativo non determina sempre l’inefficacia del licenziamento. Muovendo, quindi, dai rimedi che l’ordinamento predispone, l’indagine si incentra, in un’ottica critica, sul funzionamento degli stessi e sulla qualificazione del vizio.

Verzaro, M. (2022). L’efficacia estintiva del licenziamento ingiustificato. Roma : Sapienza Università Editrice.

L’efficacia estintiva del licenziamento ingiustificato

Matteo Verzaro
2022

Abstract

Il licenziamento è l’atto unilaterale con il quale si realizza il potere di recesso che l’ordinamento riconosce al datore di lavoro. Perché si produca l’effetto estintivo, l’atto deve essere perfetto secondo la fattispecie che la legge pone. Ciò nonostante, il difetto del presupposto giustificativo non determina sempre l’inefficacia del licenziamento. Muovendo, quindi, dai rimedi che l’ordinamento predispone, l’indagine si incentra, in un’ottica critica, sul funzionamento degli stessi e sulla qualificazione del vizio.
9788893772310
Verzaro, M. (2022). L’efficacia estintiva del licenziamento ingiustificato. Roma : Sapienza Università Editrice.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/417947
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact