Il tema del gioco nello spazio pubblico è un tema particolarmente interessante e ricco per le sue connessioni con gli aspetti sociali, pedagogici e didattici della vita urbana. Il volume nasce per diffondere gli esiti del progetto Mettiamoci in gioco, sviluppato all’interno dei lavori della VI Edizione della Biennale dello Spazio Pubblico, dedicata ai bambini e al loro rapporto con gli spazi pubblici. Il progetto è durato 6 mesi e ha riunito attorno a quattro tavoli virtuali ben 29 soggetti - tra istituzioni, enti, musei, professionisti singoli e associati - chiamandoli a confrontarsi sul valore e sul ruolo del gioco nello spazio pubblico per l’apprendimento, la relazione e la trasformazione nelle sue declinazioni indoor, outdoor e virtuali. Le esperienze presentate sono qui condivise in schede sintetiche facilmente confrontabili tra loro, nelle quali rintracciare le attività, i programmi per il futuro e gli obiettivi principali del loro operato. Ne emerge un quadro estremamente ricco e sfaccettato, nel quale l’azione stessa del giocare produce un impatto sulla progettazione, diverso uso e rigenerazione dello spazio pubblico e può diventare il motore per promuovere una nuova visione degli spazi di prossimità che porti anche a ripensare gli standard urbanistici. Il numero monografico Lo Spazio Pubblico. I bambini. Il gioco è frutto del lavoro congiunto di Elena Andreoni, architetto urbanista, membro del Direttivo INU Lazio e del Direttivo Biennale dello Spazio Pubblico e di Michela Rota, architetto, membro dell'ICOM Working Group on Sustainability, Coordinatrice ICOM Piemonte e Valle D'Aosta. Nello specifico tutte le schede sono state curate da Elena Andreoni, tranne Il valore dell'esperienza educativa e formativa di Paratissima Torino. Progetti a confronto, Paideia: occasioni e spazi per il benessere e l’inclusione, La relazione con la Terra: educare all'amore, al rispetto e alla gratitudine per la vita, Gli spazi per il gioco nelle ville di Roma, Guardare l’arte come fanno i bambini, Giochiamo a salvare il mondo?, “Il giro del Mondo in 60 minuti”: laboratorio di educazione al patrimonio e all’alterità, Dall’esplorazione alla riscoperta, dalla relazione all’educazione che sono state curate da Michela Rota.

Nucci, L. (2021). Riportiamo il gioco e lo sport nel piano.. In M.R. Elena Andreoni (a cura di), URNANISTICA DOSSIER ONLINE. Lo spazio pubblico, i bambini, il gioco (pp. 26-27).

Riportiamo il gioco e lo sport nel piano.

Nucci Lucia
Writing – Original Draft Preparation
2021

Abstract

Il tema del gioco nello spazio pubblico è un tema particolarmente interessante e ricco per le sue connessioni con gli aspetti sociali, pedagogici e didattici della vita urbana. Il volume nasce per diffondere gli esiti del progetto Mettiamoci in gioco, sviluppato all’interno dei lavori della VI Edizione della Biennale dello Spazio Pubblico, dedicata ai bambini e al loro rapporto con gli spazi pubblici. Il progetto è durato 6 mesi e ha riunito attorno a quattro tavoli virtuali ben 29 soggetti - tra istituzioni, enti, musei, professionisti singoli e associati - chiamandoli a confrontarsi sul valore e sul ruolo del gioco nello spazio pubblico per l’apprendimento, la relazione e la trasformazione nelle sue declinazioni indoor, outdoor e virtuali. Le esperienze presentate sono qui condivise in schede sintetiche facilmente confrontabili tra loro, nelle quali rintracciare le attività, i programmi per il futuro e gli obiettivi principali del loro operato. Ne emerge un quadro estremamente ricco e sfaccettato, nel quale l’azione stessa del giocare produce un impatto sulla progettazione, diverso uso e rigenerazione dello spazio pubblico e può diventare il motore per promuovere una nuova visione degli spazi di prossimità che porti anche a ripensare gli standard urbanistici. Il numero monografico Lo Spazio Pubblico. I bambini. Il gioco è frutto del lavoro congiunto di Elena Andreoni, architetto urbanista, membro del Direttivo INU Lazio e del Direttivo Biennale dello Spazio Pubblico e di Michela Rota, architetto, membro dell'ICOM Working Group on Sustainability, Coordinatrice ICOM Piemonte e Valle D'Aosta. Nello specifico tutte le schede sono state curate da Elena Andreoni, tranne Il valore dell'esperienza educativa e formativa di Paratissima Torino. Progetti a confronto, Paideia: occasioni e spazi per il benessere e l’inclusione, La relazione con la Terra: educare all'amore, al rispetto e alla gratitudine per la vita, Gli spazi per il gioco nelle ville di Roma, Guardare l’arte come fanno i bambini, Giochiamo a salvare il mondo?, “Il giro del Mondo in 60 minuti”: laboratorio di educazione al patrimonio e all’alterità, Dall’esplorazione alla riscoperta, dalla relazione all’educazione che sono state curate da Michela Rota.
978-88-7603-217-2
Nucci, L. (2021). Riportiamo il gioco e lo sport nel piano.. In M.R. Elena Andreoni (a cura di), URNANISTICA DOSSIER ONLINE. Lo spazio pubblico, i bambini, il gioco (pp. 26-27).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/418165
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact