This chapter addresses a comparison between the “Palaiologan Renaissance” and the Western Renaissance. It deals with the historical and cultural bases of both phenomena. According to the author, the main difference between them consists in the dissimilar concept of history that characterised the Eastern and the Western classicisms. While Byzantine scholars mostly adopted a linear concept of history, Western humanists had a cyclical one. For this reason, the author calls the “Palaiologan Renaissance” as the “era of nostalgia”, claiming that any “rebirth” connotation should be attributed to the sole Western Renaissance.

Questo contributo propone un raffronto fra la “rinascenza paleologa” e il Rinascimento occidentale. Affronta le basi storiche e culturali di entrambi i fenomeni. Secondo l’autore, la principale differenza fra di essi consisterebbe nella divergente concezione della storia che caratterizzava il classicismo orientale e quello occidentale. Se gli eruditi bizantini, infatti, adottarono generalmente una concezione lineare della storia, gli umanisti occidentali ne ebbero una ciclica. Per questo motivo l’autore definisce la “rinascenza paleologa” “l’età della nostalgia”, sostenendo come ogni connotazione di “rinascita” debba essere piuttosto attribuita al solo Rinascimento occidentale.

Monticini, F. (2022). La Grecia, Bisanzio e l’Italia: nostalgia e rinascita. In A.C. L. Benadusi (a cura di), La Grecia in Italia. Storie, narrazioni, rappresentazioni (pp. 31-83). Roma : Bordeaux Edizioni.

La Grecia, Bisanzio e l’Italia: nostalgia e rinascita

Francesco Monticini
2022-01-01

Abstract

Questo contributo propone un raffronto fra la “rinascenza paleologa” e il Rinascimento occidentale. Affronta le basi storiche e culturali di entrambi i fenomeni. Secondo l’autore, la principale differenza fra di essi consisterebbe nella divergente concezione della storia che caratterizzava il classicismo orientale e quello occidentale. Se gli eruditi bizantini, infatti, adottarono generalmente una concezione lineare della storia, gli umanisti occidentali ne ebbero una ciclica. Per questo motivo l’autore definisce la “rinascenza paleologa” “l’età della nostalgia”, sostenendo come ogni connotazione di “rinascita” debba essere piuttosto attribuita al solo Rinascimento occidentale.
9791259631664
This chapter addresses a comparison between the “Palaiologan Renaissance” and the Western Renaissance. It deals with the historical and cultural bases of both phenomena. According to the author, the main difference between them consists in the dissimilar concept of history that characterised the Eastern and the Western classicisms. While Byzantine scholars mostly adopted a linear concept of history, Western humanists had a cyclical one. For this reason, the author calls the “Palaiologan Renaissance” as the “era of nostalgia”, claiming that any “rebirth” connotation should be attributed to the sole Western Renaissance.
Monticini, F. (2022). La Grecia, Bisanzio e l’Italia: nostalgia e rinascita. In A.C. L. Benadusi (a cura di), La Grecia in Italia. Storie, narrazioni, rappresentazioni (pp. 31-83). Roma : Bordeaux Edizioni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/425820
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact