Il presente studio è stato realizzato nell’ambito di una convenzione stipulata tra il Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali-Servizio Geologico Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (già APAT, Servizio Geologico d’Italia/Dipartimento Difesa del Suolo) ora ISPRA e l’Università degli Studi “Roma Tre”, Dipartimento di Scienze Geologiche. Tale convenzione prevedeva la sperimentazione delle linee guida per la realizzazione della Carta Idrogeologica d’Italia alla scala 1:50.000, in un’area campione individuata nell’ambito di uno dei distretti vulcanici dell’Italia centrale: il settore sudorientale dei Monti Cimini. Durante lo studio idrogeologico eseguito in tale area sono stati recuperati dati geologici ed idrogeologici inediti e di letteratura ed è stata realizzata, in quattro fasi stagionali negli anni 2002-2003, un’attività di campagna finalizzata al monitoraggio dei punti d’acqua (sorgenti e pozzi), e in particolare alla realizzazione di misure di portata in alveo per individuare i rapporti falda-fiume. I dati raccolti, inoltre, sono stati utilizzati per uno studio di geologia stratigrafica e strutturale che ha portato alla redazione di profili idrogeologici che, unitamente all’analisi degli elementi caratteristici del bilancio idrologico del bacino del Fiume Treia, principale corso d’acqua nell’area in esame, hanno permesso la ricostruzione di un modello di circolazione idrica sotterranea. Per ogni tematismo geologico ed idrogeologico sono stati realizzati opportuni strati informativi interfacciati con un database appositamente realizzato. Il prodotto finale è stato la realizzazione di una carta idrogeologica alla scala 1:50.000 che, oltre ad individuare le caratteristiche idrogeologiche dell’area ha permesso di poter sperimentare l’applicabilità delle linee guida.

This study was realized within a collaboration agreement between the “Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali-Servizio Geologico Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri” (now “ISPRA, Servizio Geologico d’Italia/Dipartimento Difesa del Suolo”) and “Università degli Studi “Roma Tre”, Dipartimento di Scienze Geologiche”, aimed to the testing of the Italian guidelines for the hydrogeological survey and mapping at the 1:50,000 scale in the south-eastern sector of the volcanic district of the Monti Cimini, in central Italy. The study has concerned the collection of geologic and hydrogeologic information from the scientific literature, the realization of a hydrogeologic field survey (four seasonal field investigations in a year during 2002-2003) consisting in well and spring monitoring and in stream gauging measurement finalized to the definition of the groundwater-surface water relationships. The collected data were also used for a stratigraphic and structural geology study aimed to the elaboration of hydrogeologic sections that, along with the discussion of the elements characterizing the hydrologic balance of the Treia River Basin, representing the main stream in the study area, have allowed the reconstruction of the local groundwater flow field. The geologic and hydrogeologic information has been organized in different informative layers interfaced with a specific suitable database. The hydrogeologic map on purpose realized at the scale 1:50,000 reports the main hydrogeologic features of the study area and the results of the testing of the cartographic guidelines.

CAPELLI G, MAZZA R, PAGANELLI D, & SCALISE A.R (2008). Cartografia idrogeologica sperimentale nel settore sud-orientale dei Monti Cimini (Lazio). MEMORIE DESCRITTIVE DELLA CARTA GEOLOGICA D'ITALIA, 81, 59-88.

Cartografia idrogeologica sperimentale nel settore sud-orientale dei Monti Cimini (Lazio)

MAZZA, Roberto;
2008

Abstract

Il presente studio è stato realizzato nell’ambito di una convenzione stipulata tra il Dipartimento per i Servizi Tecnici Nazionali-Servizio Geologico Nazionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (già APAT, Servizio Geologico d’Italia/Dipartimento Difesa del Suolo) ora ISPRA e l’Università degli Studi “Roma Tre”, Dipartimento di Scienze Geologiche. Tale convenzione prevedeva la sperimentazione delle linee guida per la realizzazione della Carta Idrogeologica d’Italia alla scala 1:50.000, in un’area campione individuata nell’ambito di uno dei distretti vulcanici dell’Italia centrale: il settore sudorientale dei Monti Cimini. Durante lo studio idrogeologico eseguito in tale area sono stati recuperati dati geologici ed idrogeologici inediti e di letteratura ed è stata realizzata, in quattro fasi stagionali negli anni 2002-2003, un’attività di campagna finalizzata al monitoraggio dei punti d’acqua (sorgenti e pozzi), e in particolare alla realizzazione di misure di portata in alveo per individuare i rapporti falda-fiume. I dati raccolti, inoltre, sono stati utilizzati per uno studio di geologia stratigrafica e strutturale che ha portato alla redazione di profili idrogeologici che, unitamente all’analisi degli elementi caratteristici del bilancio idrologico del bacino del Fiume Treia, principale corso d’acqua nell’area in esame, hanno permesso la ricostruzione di un modello di circolazione idrica sotterranea. Per ogni tematismo geologico ed idrogeologico sono stati realizzati opportuni strati informativi interfacciati con un database appositamente realizzato. Il prodotto finale è stato la realizzazione di una carta idrogeologica alla scala 1:50.000 che, oltre ad individuare le caratteristiche idrogeologiche dell’area ha permesso di poter sperimentare l’applicabilità delle linee guida.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/118267
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact