Paesaggi e modificazione. Riflessioni sulla fertile ambiguità della storia