Crocifisso, laicità e «ritrosia» delle Corti sovranazionali