Alcuni passi di autori della più antica tradizione del Florilegio Angelico, rinvenuti fra gli escerti di Curzio Rufo, hanno permesso di collegare il ms. Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana II,40 (2195) alla tradizione del ms. Vat.Reg.lat. 1575, e di attestare una forma privata della trascrizione dei vettori secondo l'uso della "pecia".

Fini C (2009). Il florilegio marciano. Note sulla tradizione. STUDI SULL'ORIENTE CRISTIANO, 13(2), 179-192.

Il florilegio marciano. Note sulla tradizione

FINI, Carla
2009

Abstract

Alcuni passi di autori della più antica tradizione del Florilegio Angelico, rinvenuti fra gli escerti di Curzio Rufo, hanno permesso di collegare il ms. Venezia, Biblioteca Nazionale Marciana II,40 (2195) alla tradizione del ms. Vat.Reg.lat. 1575, e di attestare una forma privata della trascrizione dei vettori secondo l'uso della "pecia".
Fini C (2009). Il florilegio marciano. Note sulla tradizione. STUDI SULL'ORIENTE CRISTIANO, 13(2), 179-192.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/137046
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact