Storia di una parola. Fascismo e mutamenti di mentalità teatrale