Reality television, infotainment and their relationships with neorelistic cinema.

Quello di Reale è un termine sfuggente, di non facile definizione. Eppure poche parole come reale (e il suo correlato, realismo) hanno avuto simile diffusione nel dibattito culturale dell’Occidente, dal Medioevo fino al Novecento. È sufficiente pensare alla profonda ricostruzione fatta da Auerbach per quanto riguarda la letteratura, per giungere all’ultimo dibattito che ha imperversato sui quotidiani. Reale/realismo: l’evidenza apparente del suo significato si scontra con l’evanescenza del suo senso. O forse, più che con l’evanescenza, con la molteplicità di sensi possibili. Come si definisce ciò che è reale? A cosa si oppone questa parola? Cosa cambia quando opponiamo reale a virtuale, reale a immaginario, a simbolico, a fantasmatico, a menzognero, a finzionale o ad astratto? Oppure quando opponiamo reale a realtà? Ognuna di queste coppie oppositive riassume in fondo un discorso possibile, una posizione possibile di fronte al problema di cosa sia, di come si configuri il reale e il nostro rapporto con esso.

Menduni E (2013). Declinazioni del reale in ambito televisivo. FATA MORGANA, 21, 21-28.

Declinazioni del reale in ambito televisivo

MENDUNI, Enrico
2013

Abstract

Quello di Reale è un termine sfuggente, di non facile definizione. Eppure poche parole come reale (e il suo correlato, realismo) hanno avuto simile diffusione nel dibattito culturale dell’Occidente, dal Medioevo fino al Novecento. È sufficiente pensare alla profonda ricostruzione fatta da Auerbach per quanto riguarda la letteratura, per giungere all’ultimo dibattito che ha imperversato sui quotidiani. Reale/realismo: l’evidenza apparente del suo significato si scontra con l’evanescenza del suo senso. O forse, più che con l’evanescenza, con la molteplicità di sensi possibili. Come si definisce ciò che è reale? A cosa si oppone questa parola? Cosa cambia quando opponiamo reale a virtuale, reale a immaginario, a simbolico, a fantasmatico, a menzognero, a finzionale o ad astratto? Oppure quando opponiamo reale a realtà? Ognuna di queste coppie oppositive riassume in fondo un discorso possibile, una posizione possibile di fronte al problema di cosa sia, di come si configuri il reale e il nostro rapporto con esso.
Reality television, infotainment and their relationships with neorelistic cinema.
Menduni E (2013). Declinazioni del reale in ambito televisivo. FATA MORGANA, 21, 21-28.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/137633
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact