New challenges are emerging in a sectorial perspective as far as the international relations between institutionalized partners. This contribution focuses on the common and diverging grounds of the European Union, from one side, and the Gulf Cooperation Council (GCC) and the Shanghai Cooperation Organization (SCO) from the other one. Their proper economic conditions and development perspectives, in terms of financial and trade opportunities, demand for an increased partnership without affecting the national interests of each Country involved in the cooperative programming process. While respecting the traditional partnership framework promoted by the European Union with neighborhood Countries, the EU-GCC relations are moving forward a reinforced mutual and balanced asset; the prevailing option for a bilateral dialogue and the political component under the Chinese and Russian influence need to be reviewed to gain positive cooperative results.

Nuove sfide si stanno prospettando sotto il profilo settoriale per quanto concerne la conduzione delle relazioni internazionali tra partners istituzionalizzati. L'articolo si focalizza sugli elementi comuni e divergenti individuati dall'Unione europea, da un lato, dal Consiglio di Cooperazione del Golfo e dall'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, dall'altro. Le rispettive situazioni economiche e le opportunità di sviluppo, di natura sia finanziaria che commerciale, sollecitano un rafforzamento del partenariato, nel rispetto delle priorità e degli interessi nazionali dei singoli Paesi interessati dai processi cooperativi. Pur preservando le caratteristiche originarie della cooperazione europea nella dimensione del Vicinato, le relazioni con i Paesi del Golfo richiedono un rafforzamento reciproco e bilanciato dei rispettivi interessi; la prevalenza della dimensione bilaterale e politica nei confronti dei partners cinese e l'influenza del partner russo, invece, necessitano di una adeguata riflessione e revisione al fine di conseguire positivi risultati cooperativi

Carletti, C. (2013). Opportunità di crescita delle partnerships istituzionali dell’Unione europea tra Medio Oriente ed Asia: il Consiglio di cooperazione del Golfo e l’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai. STUDI SULL'INTEGRAZIONE EUROPEA, VIII(2), 353-373.

Opportunità di crescita delle partnerships istituzionali dell’Unione europea tra Medio Oriente ed Asia: il Consiglio di cooperazione del Golfo e l’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai

CARLETTI, CRISTIANA
2013-01-01

Abstract

Nuove sfide si stanno prospettando sotto il profilo settoriale per quanto concerne la conduzione delle relazioni internazionali tra partners istituzionalizzati. L'articolo si focalizza sugli elementi comuni e divergenti individuati dall'Unione europea, da un lato, dal Consiglio di Cooperazione del Golfo e dall'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, dall'altro. Le rispettive situazioni economiche e le opportunità di sviluppo, di natura sia finanziaria che commerciale, sollecitano un rafforzamento del partenariato, nel rispetto delle priorità e degli interessi nazionali dei singoli Paesi interessati dai processi cooperativi. Pur preservando le caratteristiche originarie della cooperazione europea nella dimensione del Vicinato, le relazioni con i Paesi del Golfo richiedono un rafforzamento reciproco e bilanciato dei rispettivi interessi; la prevalenza della dimensione bilaterale e politica nei confronti dei partners cinese e l'influenza del partner russo, invece, necessitano di una adeguata riflessione e revisione al fine di conseguire positivi risultati cooperativi
New challenges are emerging in a sectorial perspective as far as the international relations between institutionalized partners. This contribution focuses on the common and diverging grounds of the European Union, from one side, and the Gulf Cooperation Council (GCC) and the Shanghai Cooperation Organization (SCO) from the other one. Their proper economic conditions and development perspectives, in terms of financial and trade opportunities, demand for an increased partnership without affecting the national interests of each Country involved in the cooperative programming process. While respecting the traditional partnership framework promoted by the European Union with neighborhood Countries, the EU-GCC relations are moving forward a reinforced mutual and balanced asset; the prevailing option for a bilateral dialogue and the political component under the Chinese and Russian influence need to be reviewed to gain positive cooperative results.
Carletti, C. (2013). Opportunità di crescita delle partnerships istituzionali dell’Unione europea tra Medio Oriente ed Asia: il Consiglio di cooperazione del Golfo e l’Organizzazione per la cooperazione di Shanghai. STUDI SULL'INTEGRAZIONE EUROPEA, VIII(2), 353-373.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/139435
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact