Intorno a "Stella Dallas". L'emozione filmica tra teoria femminista e cognitivismo