La riconosciuta diversità strutturale e funzionale dei fondi “preesistenti” a ripartizione e la “portabilità” della posizione contributiva individuale nella previdenza complementare