Dalla 'gaiezza' stendhaliana al 'comico assoluto' baudelairiano l'estetica romantica evolve, nell'arco di qualche decennio, verso le dimensioni del bizzarro, dell'inatteso, del paradossale.

Spandri, F. (1997). Subjectivité et paradoxe: le rire chez Stendhal et Baudelaire. MICROMEGAS, 65-66, 81-98.

Subjectivité et paradoxe: le rire chez Stendhal et Baudelaire

SPANDRI, FRANCESCO
1997

Abstract

Dalla 'gaiezza' stendhaliana al 'comico assoluto' baudelairiano l'estetica romantica evolve, nell'arco di qualche decennio, verso le dimensioni del bizzarro, dell'inatteso, del paradossale.
Spandri, F. (1997). Subjectivité et paradoxe: le rire chez Stendhal et Baudelaire. MICROMEGAS, 65-66, 81-98.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/141213
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact