"Senza immagine". "Inland Empire", immaginazione e iconoclastia