Digitale, il patrono del cinema minore