"Il menabò": le ragioni della storia