Berenson, la pittura moderna e la nuova critica italiana