Il disegno di legge sul consenso informato all'atto medico e sulle dichiarazioni anticipate di trattamento, approvato dal Senato, riduce l'autodeterminazione del paziente e presenta dubbi di costituzionalità?