L’inibitoria delle Camere di Commercio