Il referendum sui luoghi di lavoro