Produttività programmata e nuovo "scambio politico"