Political commercials, born in Italy in the eighties, represented a hybrid text, suspended between cinema, advertising, television. They are a new space of innovation in which the political communication has experimented new registers belonging to other communicative universes. The commercials of the 2013 electoral campaign show how the Internet and social networks have accelerated the collapse of the previous distinctions among genres, social practices and discursive fields. The result is a new media environment in which politics and popular culture, information and entertainment, comic and serious, real and surreal, have merged, creating a new blend expressive, and modifying the boundaries of creativity and the figure of the author.

Gli spot politici, nati in Italia negli anni Ottanta, hanno rappresentato un testo ibrido, sospeso fra cinema, pubblicità, televisione, offrendo alla politica uno spazio d’innovazione nel quale appropriarsi di registri appartenenti ad altri universi comunicativi. Gli spot della campagna elettorale del 2013 dimostrano come Internet ed in particolare i social network, hanno accelerato il collasso delle precedenti distinzioni fra generi, pratiche sociali e campi discorsivi. Il risultato è un nuovo ambiente mediale nel quale la politica e la cultura popolare, l’informazione e l’intrattenimento, il comico e il serio, il reale e il surreale si sono fusi, dando vita una nuova miscela espressiva e modificando i confini della creatività e la figura dell’autore.

Novelli E (2014). Spot, trailer e videoclip: la creatività politica nell’era di internet. SOCIOLOGIA DELLA COMUNICAZIONE, 47, 129-140.

Spot, trailer e videoclip: la creatività politica nell’era di internet.

NOVELLI, EDOARDO
2014

Abstract

Gli spot politici, nati in Italia negli anni Ottanta, hanno rappresentato un testo ibrido, sospeso fra cinema, pubblicità, televisione, offrendo alla politica uno spazio d’innovazione nel quale appropriarsi di registri appartenenti ad altri universi comunicativi. Gli spot della campagna elettorale del 2013 dimostrano come Internet ed in particolare i social network, hanno accelerato il collasso delle precedenti distinzioni fra generi, pratiche sociali e campi discorsivi. Il risultato è un nuovo ambiente mediale nel quale la politica e la cultura popolare, l’informazione e l’intrattenimento, il comico e il serio, il reale e il surreale si sono fusi, dando vita una nuova miscela espressiva e modificando i confini della creatività e la figura dell’autore.
Political commercials, born in Italy in the eighties, represented a hybrid text, suspended between cinema, advertising, television. They are a new space of innovation in which the political communication has experimented new registers belonging to other communicative universes. The commercials of the 2013 electoral campaign show how the Internet and social networks have accelerated the collapse of the previous distinctions among genres, social practices and discursive fields. The result is a new media environment in which politics and popular culture, information and entertainment, comic and serious, real and surreal, have merged, creating a new blend expressive, and modifying the boundaries of creativity and the figure of the author.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/144447
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact