Proust et La Sizeranne. Dall'idolatria all'adorazione