Il “valore” costituzionale del giudicato Abstract Il saggio si propone di verificare se sia possibile individuare un fondamento costituzionale al principio del giudicato, principio che, seppur accolto nella legislazione processuale e nello stesso codice civile, non ha trovato un espresso riconoscimento in Costituzione nonostante, in sede di Assemblea costituente, ne fosse stato proposto l’inserimento. Muovendo dalla constatazione che in tempi recenti emergono segnali di insofferenza verso la garanzia della “cosa giudicata”, il lavoro indaga intorno al sistema delle garanzie della giurisdizione fissate in Costituzione alla ricerca di un fondamento implicito. In questo senso assumono un rilievo particolare le implicazioni discendenti dall’art. 111, ed in particolare dalla disposizione che fissa il principio della generale sottoponibilità di ogni sentenza al ricorso per Cassazione, e dalla connessione tra lo stesso art. 111 con il principio costituzionale di azione e difesa scaturente dall’art. 24 Cost. Alla luce di questa analisi che individua una possibile rilevanza costituzionale per il principio in questione l’ultima parte del saggio è dedicata ai rapporti tra il giudicato e il potere legislativo

SERGES G (2009). Il valore del giudicato nell'ordinamento costituzionale. GIURISPRUDENZA ITALIANA, 2819-2827.

Il valore del giudicato nell'ordinamento costituzionale

SERGES, Giovanni
2009

Abstract

Il “valore” costituzionale del giudicato Abstract Il saggio si propone di verificare se sia possibile individuare un fondamento costituzionale al principio del giudicato, principio che, seppur accolto nella legislazione processuale e nello stesso codice civile, non ha trovato un espresso riconoscimento in Costituzione nonostante, in sede di Assemblea costituente, ne fosse stato proposto l’inserimento. Muovendo dalla constatazione che in tempi recenti emergono segnali di insofferenza verso la garanzia della “cosa giudicata”, il lavoro indaga intorno al sistema delle garanzie della giurisdizione fissate in Costituzione alla ricerca di un fondamento implicito. In questo senso assumono un rilievo particolare le implicazioni discendenti dall’art. 111, ed in particolare dalla disposizione che fissa il principio della generale sottoponibilità di ogni sentenza al ricorso per Cassazione, e dalla connessione tra lo stesso art. 111 con il principio costituzionale di azione e difesa scaturente dall’art. 24 Cost. Alla luce di questa analisi che individua una possibile rilevanza costituzionale per il principio in questione l’ultima parte del saggio è dedicata ai rapporti tra il giudicato e il potere legislativo
SERGES G (2009). Il valore del giudicato nell'ordinamento costituzionale. GIURISPRUDENZA ITALIANA, 2819-2827.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/149968
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact