Libertà, responsabilità e retributivismo