Nella sentenza si afferma che sussiste la giurisdizione del giudice ordinario a conoscere della domanda con la quale un’associazione dei consumatori, iscritta nell’elenco di cui all’art. 5 della legge n. 281 del 1998, chiede l’inibizione degli atti di pubblicità ingannevole e la condanna della società che li aveva posti in essere al risarcimento del danno. Il commento al caso giurisprudenziale è preceduto da un approfondimento sul regime della pubblicità ingannevole.

Battelli, E. (2007). Pubblicità ingannevole, giurisdizione del G.O e natura degli interessi fatti valere dall’associazione dei consumatori. GIURISPRUDENZA ITALIANA(6), 1384-1398.

Pubblicità ingannevole, giurisdizione del G.O e natura degli interessi fatti valere dall’associazione dei consumatori

BATTELLI, ETTORE
2007

Abstract

Nella sentenza si afferma che sussiste la giurisdizione del giudice ordinario a conoscere della domanda con la quale un’associazione dei consumatori, iscritta nell’elenco di cui all’art. 5 della legge n. 281 del 1998, chiede l’inibizione degli atti di pubblicità ingannevole e la condanna della società che li aveva posti in essere al risarcimento del danno. Il commento al caso giurisprudenziale è preceduto da un approfondimento sul regime della pubblicità ingannevole.
Battelli, E. (2007). Pubblicità ingannevole, giurisdizione del G.O e natura degli interessi fatti valere dall’associazione dei consumatori. GIURISPRUDENZA ITALIANA(6), 1384-1398.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/156818
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact