Il soggetto che ha ricevuto «mandato» (rectius: assunto l’incarico) ad alienare e/o acquistare un immobile e che mette in relazione chi gli ha conferito l’incarico con la controparte ricercata sul mercato, indipendentemente dal nomen iuris indicato nel contratto, in assenza di qualsiasi vincolo o rapporto che renda riferibile al dominus l’attività giuridica posta in essere, svolge l’attività tipica dell’interposizione mediatoria, cioè mettere in relazione due parti perché concludano un determinato affare.

Battelli, E. (2005). Sulla differenza tra mandato e mediazione. I CONTRATTI(8-9), 776-787.

Sulla differenza tra mandato e mediazione

BATTELLI, ETTORE
2005

Abstract

Il soggetto che ha ricevuto «mandato» (rectius: assunto l’incarico) ad alienare e/o acquistare un immobile e che mette in relazione chi gli ha conferito l’incarico con la controparte ricercata sul mercato, indipendentemente dal nomen iuris indicato nel contratto, in assenza di qualsiasi vincolo o rapporto che renda riferibile al dominus l’attività giuridica posta in essere, svolge l’attività tipica dell’interposizione mediatoria, cioè mettere in relazione due parti perché concludano un determinato affare.
Battelli, E. (2005). Sulla differenza tra mandato e mediazione. I CONTRATTI(8-9), 776-787.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/157687
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact