Limitazione del risarcimento nel trasporto ferroviario tra "anacronismo legislativo" ed "interpretazione cd. abrogante"