Il danno da svalutazione monetaria tra prove presuntive e regole di giudizio