The apparent death of great ideologies forced scholars to question again, after decades of debate often suspended between science and ideology, the nature of the propositions that put into language the reality of the natural world and of the human world. That is: we came back to the debate opened (and not completed) by the German historicism at the end of the 19th century, and we are still there questioning the differences and characteristics of the sciences of nature and of the sciences of spirit. The vocabulary has changed, but the heart of theming is the same. This study aims at focusing on the nature of the propositions of science, on the links with the theory that support it, on the persistence of an ideological propositional field that keeps wide its vitality, even more vital in pedagogical science.

La morte apparente delle grandi ideologie ha costretto gli studiosi ad interrogarsi nuovamente, dopo decenni di dibattiti spesso sospesi tra scienza e ideologia, sulla natura delle proposizioni che mettono in linguaggio la realtà del mondo naturale e del mondo dell’uomo. Siamo tornati cioè alla casella iniziale del dibattito aperto (e non concluso) dallo storicismo tedesco a fine Ottocento, e siamo ancora lì ad interrogarci sulla differenza e sulle caratteristiche delle scienze della natura e delle scienze dello spirito. Il lessico è mutato, ma il cuore della tematizzazione è ancora quello. In questo studio si cerca di mettere a fuoco la natura delle proposizioni della scienza, i legami con le teorie che le danno fondamento, la persistenza di un ambito proposizionale ideologico che ha ancora una sua vasta vitalità, ancora più vitale nell’ambito delle scienze pedagogiche.

Mattei, F. (2011). Science, epistemology, ideology. I PROBLEMI DELLA PEDAGOGIA, 57-79.

Science, epistemology, ideology

MATTEI, Francesco
2011

Abstract

La morte apparente delle grandi ideologie ha costretto gli studiosi ad interrogarsi nuovamente, dopo decenni di dibattiti spesso sospesi tra scienza e ideologia, sulla natura delle proposizioni che mettono in linguaggio la realtà del mondo naturale e del mondo dell’uomo. Siamo tornati cioè alla casella iniziale del dibattito aperto (e non concluso) dallo storicismo tedesco a fine Ottocento, e siamo ancora lì ad interrogarci sulla differenza e sulle caratteristiche delle scienze della natura e delle scienze dello spirito. Il lessico è mutato, ma il cuore della tematizzazione è ancora quello. In questo studio si cerca di mettere a fuoco la natura delle proposizioni della scienza, i legami con le teorie che le danno fondamento, la persistenza di un ambito proposizionale ideologico che ha ancora una sua vasta vitalità, ancora più vitale nell’ambito delle scienze pedagogiche.
The apparent death of great ideologies forced scholars to question again, after decades of debate often suspended between science and ideology, the nature of the propositions that put into language the reality of the natural world and of the human world. That is: we came back to the debate opened (and not completed) by the German historicism at the end of the 19th century, and we are still there questioning the differences and characteristics of the sciences of nature and of the sciences of spirit. The vocabulary has changed, but the heart of theming is the same. This study aims at focusing on the nature of the propositions of science, on the links with the theory that support it, on the persistence of an ideological propositional field that keeps wide its vitality, even more vital in pedagogical science.
Mattei, F. (2011). Science, epistemology, ideology. I PROBLEMI DELLA PEDAGOGIA, 57-79.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/285276
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact