Nel 1913 Patrick Geddes, già affermato biologo di Edimburgo, inventa Civics, un nuovo corso universitario dedicato allo studio pratico della città, vista attraverso gli occhi di Darwin, applicando l’evoluzionismo alla civitas. L’urbanistica nasce dunque a piedi, in modo labirintico e partecipativo, un metodo deambulatorio che permette di leggere e trasformare le città. Il cui prodotto non è una visione astratta e zenitale di statiche mappe colorate in zone funzionali, ma piuttosto un racconto fenomenologico evolutivo, descritto da un punto di vista orizzontale messo in movimento camminando tra le pieghe della città: la survey walk. Tra il 1914 ed il 1924, Geddes sperimenta in India le sue prime survey, una sorta di piani regolatori evolutivi che, a parte poche eccezioni, non sono mai disegnati, ma raccontati in forma peripatetica. Sono passeggiate dentro la città. Lunghe camminate scritte sotto forma di guide che descrivono la civitas, la fotografano nel suo stato attuale, e danno indicazioni per le successive evoluzioni. Non quindi standard o norme da applicare in forma zenitale, ma osservazioni itineranti rappresentate dall’altezza di un uomo che si perde tra i meandri urbani, scoprendo nuovi territori, immaginandovi correzioni e reinterpretazioni.

Careri, F. (2015). Siate Marajà per un giorno!” Camminare non è solo guardare. NETWORK IN PROGRESS, 30 Suburbia e Metropolis, 40-51.

Siate Marajà per un giorno!” Camminare non è solo guardare

CARERI, FRANCESCO
2015-01-01

Abstract

Nel 1913 Patrick Geddes, già affermato biologo di Edimburgo, inventa Civics, un nuovo corso universitario dedicato allo studio pratico della città, vista attraverso gli occhi di Darwin, applicando l’evoluzionismo alla civitas. L’urbanistica nasce dunque a piedi, in modo labirintico e partecipativo, un metodo deambulatorio che permette di leggere e trasformare le città. Il cui prodotto non è una visione astratta e zenitale di statiche mappe colorate in zone funzionali, ma piuttosto un racconto fenomenologico evolutivo, descritto da un punto di vista orizzontale messo in movimento camminando tra le pieghe della città: la survey walk. Tra il 1914 ed il 1924, Geddes sperimenta in India le sue prime survey, una sorta di piani regolatori evolutivi che, a parte poche eccezioni, non sono mai disegnati, ma raccontati in forma peripatetica. Sono passeggiate dentro la città. Lunghe camminate scritte sotto forma di guide che descrivono la civitas, la fotografano nel suo stato attuale, e danno indicazioni per le successive evoluzioni. Non quindi standard o norme da applicare in forma zenitale, ma osservazioni itineranti rappresentate dall’altezza di un uomo che si perde tra i meandri urbani, scoprendo nuovi territori, immaginandovi correzioni e reinterpretazioni.
Careri, F. (2015). Siate Marajà per un giorno!” Camminare non è solo guardare. NETWORK IN PROGRESS, 30 Suburbia e Metropolis, 40-51.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/285927
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact