Nell’articolo vengono esaminate e commentate le nuove norme in materia di dirigenza pubblica, contenute nella legge delega n. 124 del 2015. L’analisi prende le mosse dalla creazione dei tre ruoli unici destinati a ricomprendere tutti i dirigenti delle amministrazioni nazionali, regionali e locali, che rispon- de alla finalità di creare un “mercato” della dirigenza. Ci si sofferma, poi, sui sistemi di accesso alla dirigenza (concorso e corso-concorso unici), eviden- ziando i problemi posti dalle regole sulla collocazione dei soggetti selezionati; vengono, altresì, ricordate le previsioni sulla formazione dei dirigenti in ser- vizio e sulla riforma della Scuola Nazionale dell’Amministrazione (Sna). Una particolare attenzione è dedicata alla disciplina degli incarichi dirigenziali: interpelli aperti a tutti gli appartenenti ai ruoli; definizione dello spazio per gli incarichi a soggetti esterni ai ruoli; durata, conferma e revoca degli incarichi, messa a disposizione e successiva decadenza dal ruolo per i dirigenti privi di incarico. Vengono, inoltre, individuate le funzioni delle nuove Commissioni per la dirigenza, sottolineando la necessità di dotarle di adeguate strutture e professionalità. Infine, si dà conto delle innovazioni normative riguardanti la valutazione e la responsabilità dirigenti dei (con la distinzione fra respon- sabilità “manageriale” e disciplinare), nonché il loro trattamento economico.

D'Alessio, G. (2015). Il nuovo statuto della funzione pubblica: la dirigenza. LE ISTITUZIONI DEL FEDERALISMO(3), 591-624.

Il nuovo statuto della funzione pubblica: la dirigenza

D'ALESSIO, Gianfranco
2015

Abstract

Nell’articolo vengono esaminate e commentate le nuove norme in materia di dirigenza pubblica, contenute nella legge delega n. 124 del 2015. L’analisi prende le mosse dalla creazione dei tre ruoli unici destinati a ricomprendere tutti i dirigenti delle amministrazioni nazionali, regionali e locali, che rispon- de alla finalità di creare un “mercato” della dirigenza. Ci si sofferma, poi, sui sistemi di accesso alla dirigenza (concorso e corso-concorso unici), eviden- ziando i problemi posti dalle regole sulla collocazione dei soggetti selezionati; vengono, altresì, ricordate le previsioni sulla formazione dei dirigenti in ser- vizio e sulla riforma della Scuola Nazionale dell’Amministrazione (Sna). Una particolare attenzione è dedicata alla disciplina degli incarichi dirigenziali: interpelli aperti a tutti gli appartenenti ai ruoli; definizione dello spazio per gli incarichi a soggetti esterni ai ruoli; durata, conferma e revoca degli incarichi, messa a disposizione e successiva decadenza dal ruolo per i dirigenti privi di incarico. Vengono, inoltre, individuate le funzioni delle nuove Commissioni per la dirigenza, sottolineando la necessità di dotarle di adeguate strutture e professionalità. Infine, si dà conto delle innovazioni normative riguardanti la valutazione e la responsabilità dirigenti dei (con la distinzione fra respon- sabilità “manageriale” e disciplinare), nonché il loro trattamento economico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/297708
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact