Memoria, materia, verosimiglianza nell’operante storia urbana di Paolo Marconi