Leaning on available documents, in the present essay we tried to emphasize the contribution of Jella Lepman, a Jewish German, to the work of “reeducation” of the younger generations in Ger- many in the aftermath of World War II. Founder of the famous Internationale Jugendbibliothek of Monaco and of the International Committee of IBBY (International Board on Books for Young people), Lepman chose to create democratic citizenship paths through books meant for children. Her work and idea to bet on books to promote change, still today offers fruitful stimuli to those called to teach in a society characterized, more and more, by migratory phe- nomena and by a lack of perspectives.

Nel saggio qui proposto, sulla scorta della documentazione di- sponibile, si è tentato di valorizzare il contributo della tedesca e- brea Jella Lepman all’opera di “rieducazione” delle giovani genera- zioni nella Germania all’indomani del secondo conflitto mondiale. Fondatrice della celebre Internationale Jugendbibliothek di Monaco e del Comitato internazionale IBBY (International Board on Books forYoung people), Lepman scelse di costruire percorsi di cittadinanza democratica attraverso i libri per ragazzi. La sua opera consente di trarre ancora oggi stimoli fecondi per chi è chiamato ad educare nelle nostre società caratterizzate sempre di più dai fenomeni migratori e dalla debolezza di prospettive, scommettendo sul libro come motore di cambiamento.

Zizioli, E. (2016). Dalla parte dei bambini. La lezione pedagogica di Jella Lepman. I PROBLEMI DELLA PEDAGOGIA, LXII (1), 165-193.

Dalla parte dei bambini. La lezione pedagogica di Jella Lepman

Zizioli E.
2016

Abstract

Nel saggio qui proposto, sulla scorta della documentazione di- sponibile, si è tentato di valorizzare il contributo della tedesca e- brea Jella Lepman all’opera di “rieducazione” delle giovani genera- zioni nella Germania all’indomani del secondo conflitto mondiale. Fondatrice della celebre Internationale Jugendbibliothek di Monaco e del Comitato internazionale IBBY (International Board on Books forYoung people), Lepman scelse di costruire percorsi di cittadinanza democratica attraverso i libri per ragazzi. La sua opera consente di trarre ancora oggi stimoli fecondi per chi è chiamato ad educare nelle nostre società caratterizzate sempre di più dai fenomeni migratori e dalla debolezza di prospettive, scommettendo sul libro come motore di cambiamento.
Leaning on available documents, in the present essay we tried to emphasize the contribution of Jella Lepman, a Jewish German, to the work of “reeducation” of the younger generations in Ger- many in the aftermath of World War II. Founder of the famous Internationale Jugendbibliothek of Monaco and of the International Committee of IBBY (International Board on Books for Young people), Lepman chose to create democratic citizenship paths through books meant for children. Her work and idea to bet on books to promote change, still today offers fruitful stimuli to those called to teach in a society characterized, more and more, by migratory phe- nomena and by a lack of perspectives.
Zizioli, E. (2016). Dalla parte dei bambini. La lezione pedagogica di Jella Lepman. I PROBLEMI DELLA PEDAGOGIA, LXII (1), 165-193.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/300416
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact