La celebre foto scattata da Steve McCurry per la copertina del National Geographic viene analizzata attraverso la lente degli studi postcoloniali e di genere. La sovradeterminazione del regime scopico entro il quale il ritratto della giovane Sharbat Gula viene fruito nel contesto della cultura visuale "occidentale" ne risulta problematizzato, a partire dal frequente riferimento all'antonomasia del ritratto femminile rappresentato dalla tavola vinciana de La Gioconda.

Fracassa, U. (2016). The Afghan Girl. Protocolli della visione. STUDI CULTURALI(1, 2016), 23-38.

The Afghan Girl. Protocolli della visione

FRACASSA, UGO
2016-01-01

Abstract

La celebre foto scattata da Steve McCurry per la copertina del National Geographic viene analizzata attraverso la lente degli studi postcoloniali e di genere. La sovradeterminazione del regime scopico entro il quale il ritratto della giovane Sharbat Gula viene fruito nel contesto della cultura visuale "occidentale" ne risulta problematizzato, a partire dal frequente riferimento all'antonomasia del ritratto femminile rappresentato dalla tavola vinciana de La Gioconda.
Fracassa, U. (2016). The Afghan Girl. Protocolli della visione. STUDI CULTURALI(1, 2016), 23-38.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/301586
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact