Il livore dell’invidia e la luce della Sapienza: lettura di Purgatorio XIII