Some reflections on economic analysis of administrative procedures Economic analysis of administrative procedures has recently been affirmed in legal academic thought. On the more general issue, the topics of economic evalua- tion of procedures and simplification have been strengthened. Furthermore, the problem has gained international relevance thanks to the contributions of the Oecd. The issue has been approached from a “micro” point of view, concerning the internal rationality of procedures, oriented towards efficiency evaluations and opti- mizing processes. However, the question could also be analysed from a different and more complex “macro” point of view, which necessitates ensuring administrative procedures consistent with the competitive order of the market. The article describes some procedural models showing that any effort to ensure this consistency leads to relevant consequences, sometimes with a reduction of the costs to citizens, businesses and administrations (as in the case of regulation of market access and simplification of authorization procedures). In other cases, pro- competition redesigning of procedures has led to a different distribution of costs, not necessarily to their reduction (as in the case of public procurement or regulato- ry impact analysis).

L’analisi economica del procedimento amministrativo si è recentemen- te imposta alla riflessione anche giuridica. Al suo interno si è consolidato il tema della valutazione economica delle procedure e della loro semplifica- zione. La questione ha peraltro assunto un respiro internazionale (in parti- colare, con gli interventi dell’Ocse). Il tema è affrontato da un punto di vista “micro”, della razionalità interna ai procedimenti, con un orientamento a valutazioni di efficienza e di ottimizzazione dei processi. Ma anche da un più complesso punto di vista “macro”, che impone di rendere coerenti i modelli di istruttoria ammini- strativa con l’assetto concorrenziale del mercato. Segue una ricognizione di alcuni modelli procedimentali da cui emer- ge che l’adeguamento al principio di concorrenza dell’istruttoria determina rilevanti conseguenze, in alcuni casi con una diminuizione dei costi soste- nuti da cittadini, imprese e amministrazione (come nel caso della regola- zione degli accessi al mercato e la semplificazione dei procedimenti auto- rizzatori). In altri casi, la ristrutturazione pro-concorrenziale delle istrutto- rie ha condotto a una diversa distribuzione dei costi, non sempre ad una loro riduzione (come nel caso degli appalti pubblici e dell’analisi d’impatto della regolazione).

DE BENEDETTO, M. (2012). Qualche considerazione di analisi economica sul procedimento amministrativo. STUDI PARLAMENTARI E DI POLITICA COSTITUZIONALE, 176/2012, 15-26.

Qualche considerazione di analisi economica sul procedimento amministrativo

DE BENEDETTO, Maria
2012-01-01

Abstract

L’analisi economica del procedimento amministrativo si è recentemen- te imposta alla riflessione anche giuridica. Al suo interno si è consolidato il tema della valutazione economica delle procedure e della loro semplifica- zione. La questione ha peraltro assunto un respiro internazionale (in parti- colare, con gli interventi dell’Ocse). Il tema è affrontato da un punto di vista “micro”, della razionalità interna ai procedimenti, con un orientamento a valutazioni di efficienza e di ottimizzazione dei processi. Ma anche da un più complesso punto di vista “macro”, che impone di rendere coerenti i modelli di istruttoria ammini- strativa con l’assetto concorrenziale del mercato. Segue una ricognizione di alcuni modelli procedimentali da cui emer- ge che l’adeguamento al principio di concorrenza dell’istruttoria determina rilevanti conseguenze, in alcuni casi con una diminuizione dei costi soste- nuti da cittadini, imprese e amministrazione (come nel caso della regola- zione degli accessi al mercato e la semplificazione dei procedimenti auto- rizzatori). In altri casi, la ristrutturazione pro-concorrenziale delle istrutto- rie ha condotto a una diversa distribuzione dei costi, non sempre ad una loro riduzione (come nel caso degli appalti pubblici e dell’analisi d’impatto della regolazione).
Some reflections on economic analysis of administrative procedures Economic analysis of administrative procedures has recently been affirmed in legal academic thought. On the more general issue, the topics of economic evalua- tion of procedures and simplification have been strengthened. Furthermore, the problem has gained international relevance thanks to the contributions of the Oecd. The issue has been approached from a “micro” point of view, concerning the internal rationality of procedures, oriented towards efficiency evaluations and opti- mizing processes. However, the question could also be analysed from a different and more complex “macro” point of view, which necessitates ensuring administrative procedures consistent with the competitive order of the market. The article describes some procedural models showing that any effort to ensure this consistency leads to relevant consequences, sometimes with a reduction of the costs to citizens, businesses and administrations (as in the case of regulation of market access and simplification of authorization procedures). In other cases, pro- competition redesigning of procedures has led to a different distribution of costs, not necessarily to their reduction (as in the case of public procurement or regulato- ry impact analysis).
DE BENEDETTO, M. (2012). Qualche considerazione di analisi economica sul procedimento amministrativo. STUDI PARLAMENTARI E DI POLITICA COSTITUZIONALE, 176/2012, 15-26.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11590/303780
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact