Efficacia retroattiva e interpretazione autentica. In margine alle riforme dell’editoria