By relying on the assumption that there are some missing, unknown, or omitted pieces in the History of Pedagogy and Education that are traceable in the History of other contiguous sciences, such as Medicine and Psychology, the author of this paper focuses his attention on the important role played by Medical Pedagogists. Among them we find such renowned names as Itard, Séguin, Montessori, Montesano, Bollea, but also lesser known ones, such as Tamburini, Morselli, Pizzoli or Ferrari. These women and men devoted their attention to the education of people with disabilities, redefining the concept of education itself. For this reason, they should not be placed in a separate area- such as a supposed clinical pedagogy - or outside Science of Education, but ought to be identified as part of a historical path regarding education. A path that, by unfurling in the many Stories that constitute it, eventually leads to multiplicity, which is one of the distinctive traits of Special Pedagogy.

Nel presente contributo l’autore, partendo dal presupposto che nella Storia della Pedagogia e dell’Educazione vi siano alcuni pezzi mancanti, sconosciuti o omessi, rintracciabili nella storia di altre scienze contigue, come la Medicina e la Psicologia, sofferma l’attenzione sulla figura dei Medici Pedagogisti. Tra questi si annoverano alcuni nomi noti, come Itard, Séguin, Montessori, Montesano, Bollea, ma anche figure meno note in ambito pedagogico, come Tamburini, Morselli, Pizzoli o Ferrari. Si tratta comunque di protagonisti che dedicando la propria attenzione all’educazione dei disabili hanno operato una ridefinizione dell’educazione tout court. Per questa ragione non vanno collocati in un ambito a parte – come potrebbe essere quello di una presunta pedagogia clinica – o posti al di fuori della Scienza dell’Educazione, ma recuperati come parte integrante di un percorso storico inerente l’educazione che nel suo dispiegarsi nelle molte storie che lo costituiscono conduce infine alla molteplicità, che è poi uno dei tratti peculiari della Pedagogia Speciale.

Bocci, F. (2016). Medici pedagogisti. Itinerari storici di una vocazione. ITALIAN JOURNAL OF SPECIAL EDUCATION FOR INCLUSION, IV(1), 25-46.

Medici pedagogisti. Itinerari storici di una vocazione.

BOCCI, FABIO
2016

Abstract

Nel presente contributo l’autore, partendo dal presupposto che nella Storia della Pedagogia e dell’Educazione vi siano alcuni pezzi mancanti, sconosciuti o omessi, rintracciabili nella storia di altre scienze contigue, come la Medicina e la Psicologia, sofferma l’attenzione sulla figura dei Medici Pedagogisti. Tra questi si annoverano alcuni nomi noti, come Itard, Séguin, Montessori, Montesano, Bollea, ma anche figure meno note in ambito pedagogico, come Tamburini, Morselli, Pizzoli o Ferrari. Si tratta comunque di protagonisti che dedicando la propria attenzione all’educazione dei disabili hanno operato una ridefinizione dell’educazione tout court. Per questa ragione non vanno collocati in un ambito a parte – come potrebbe essere quello di una presunta pedagogia clinica – o posti al di fuori della Scienza dell’Educazione, ma recuperati come parte integrante di un percorso storico inerente l’educazione che nel suo dispiegarsi nelle molte storie che lo costituiscono conduce infine alla molteplicità, che è poi uno dei tratti peculiari della Pedagogia Speciale.
By relying on the assumption that there are some missing, unknown, or omitted pieces in the History of Pedagogy and Education that are traceable in the History of other contiguous sciences, such as Medicine and Psychology, the author of this paper focuses his attention on the important role played by Medical Pedagogists. Among them we find such renowned names as Itard, Séguin, Montessori, Montesano, Bollea, but also lesser known ones, such as Tamburini, Morselli, Pizzoli or Ferrari. These women and men devoted their attention to the education of people with disabilities, redefining the concept of education itself. For this reason, they should not be placed in a separate area- such as a supposed clinical pedagogy - or outside Science of Education, but ought to be identified as part of a historical path regarding education. A path that, by unfurling in the many Stories that constitute it, eventually leads to multiplicity, which is one of the distinctive traits of Special Pedagogy.
Bocci, F. (2016). Medici pedagogisti. Itinerari storici di una vocazione. ITALIAN JOURNAL OF SPECIAL EDUCATION FOR INCLUSION, IV(1), 25-46.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
BOCCI_MEDICI PEDAGOGISTI_ITALIAN JOURNAL2016.pdf.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: DRM non definito
Dimensione 465.72 kB
Formato Adobe PDF
465.72 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/307033
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact