Stefano Boeri, Paolo Desideri e Daniel Modigliani: l'intelligenza delle periferie