Oltre la maschera. Philippe Jaccottet e la traduzione trasparente