Nell'ambito di una letteratura per l'infanzia di genere fantastico è presente, talvolta, il fenomeno dell'inventività linguistica. Le lingue d'invenzione, come emerge nella letteratura utopica e distopica, costituiscono sì elemento ludico, ma sono anche portatrici di senso e di significanza sia sul piano estetico, sia sul piano formativo. Si esaminano in questo saggio gli exempla di Swift, Carroll e Rodari. Ne emerge un plurilinguismo come dispositivo ludico e di creazione di notevole potenza.

C. Lepri (2008). Lingue d'invenzione nella letteratura per l'infanzia: Swift, Carroll, Rodari. STUDI SULLA FORMAZIONE, 2, 111-128.

Lingue d'invenzione nella letteratura per l'infanzia: Swift, Carroll, Rodari

Lepri, Chiara
2008

Abstract

Nell'ambito di una letteratura per l'infanzia di genere fantastico è presente, talvolta, il fenomeno dell'inventività linguistica. Le lingue d'invenzione, come emerge nella letteratura utopica e distopica, costituiscono sì elemento ludico, ma sono anche portatrici di senso e di significanza sia sul piano estetico, sia sul piano formativo. Si esaminano in questo saggio gli exempla di Swift, Carroll e Rodari. Ne emerge un plurilinguismo come dispositivo ludico e di creazione di notevole potenza.
C. Lepri (2008). Lingue d'invenzione nella letteratura per l'infanzia: Swift, Carroll, Rodari. STUDI SULLA FORMAZIONE, 2, 111-128.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/313299
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact