Narrazioni “dal basso” come recupero della memoria storica