“L’unione e la combinazione che il nostro spirito sa fare”. Legge e stato di natura nel secondo 'Discorso' di Rousseau