The legal system is not a "given" but a "process": an infinite and necessary dialectic, in a dynamic dimension which infinitive form of a concrete legal substance. In today's crisis of the state monopoly of law and the hierarchy of sources, only thanks to the competition of various regulatory sources and multiple regulatory entities, the modern contract law is able to offer a variety of responses, adapting to social, economic, technological dynamics constantly changing. The legality loses "hard" connotations of its positivist tradition. Instead acquired relevance of the legal instruments of soft law capable of influencing the structure and future, to give answer to the most complex needs, who can not only answer the criteria of authority and sanction. It looks like a "juridical flexible model", involving all those who are affected by it. Not just a matter of production but also of interpretation and application of the law

L’ordinamento giuridico non è un “dato” ma un “processo”: una infinita e necessaria dialettica, in una dimensione dinamica quale forma infinita di una sostanza giuridica concreta. Nell’odierna crisi del monopolio statale del diritto e della gerarchia delle fonti, solo grazie al concorso di varie fonti regolatrici e di molteplici soggetti regolatori, il moderno diritto dei contratti è in grado di offrire risposte diversificate, adeguandosi alle dinamiche sociali, economiche, tecnologiche in continuo cambiamento. La giuridicità perde i connotati “duri” propri della tradizione positivistica. Assumono invece rilevanza gli strumenti giuridici di soft law capaci di influenzare gli assetti presenti e futuri, per dare risposta a bisogni più complessi, a cui non può dare risposta solo il criterio dell’autorità e della sanzione. Si affaccia così un modello di “giuridicità duttile”, che coinvolge tutti coloro che sono da esso condizionati. Non solo una questione di produzione ma anche di interpretazione e applicazione del diritto

Battelli, E. (2016). Brevi riflessioni sul superamento del positivismo legislativo e sull’ordine a “normatività graduata” nel diritto contrattuale. POLITICA DEL DIRITTO(3), 423-436.

Brevi riflessioni sul superamento del positivismo legislativo e sull’ordine a “normatività graduata” nel diritto contrattuale

BATTELLI, ETTORE
2016

Abstract

L’ordinamento giuridico non è un “dato” ma un “processo”: una infinita e necessaria dialettica, in una dimensione dinamica quale forma infinita di una sostanza giuridica concreta. Nell’odierna crisi del monopolio statale del diritto e della gerarchia delle fonti, solo grazie al concorso di varie fonti regolatrici e di molteplici soggetti regolatori, il moderno diritto dei contratti è in grado di offrire risposte diversificate, adeguandosi alle dinamiche sociali, economiche, tecnologiche in continuo cambiamento. La giuridicità perde i connotati “duri” propri della tradizione positivistica. Assumono invece rilevanza gli strumenti giuridici di soft law capaci di influenzare gli assetti presenti e futuri, per dare risposta a bisogni più complessi, a cui non può dare risposta solo il criterio dell’autorità e della sanzione. Si affaccia così un modello di “giuridicità duttile”, che coinvolge tutti coloro che sono da esso condizionati. Non solo una questione di produzione ma anche di interpretazione e applicazione del diritto
The legal system is not a "given" but a "process": an infinite and necessary dialectic, in a dynamic dimension which infinitive form of a concrete legal substance. In today's crisis of the state monopoly of law and the hierarchy of sources, only thanks to the competition of various regulatory sources and multiple regulatory entities, the modern contract law is able to offer a variety of responses, adapting to social, economic, technological dynamics constantly changing. The legality loses "hard" connotations of its positivist tradition. Instead acquired relevance of the legal instruments of soft law capable of influencing the structure and future, to give answer to the most complex needs, who can not only answer the criteria of authority and sanction. It looks like a "juridical flexible model", involving all those who are affected by it. Not just a matter of production but also of interpretation and application of the law
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/316825
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact