Il “contratto fiduciario di destinazione” e la protezione patrimoniale del fiduciante