La rete europea per la concorrenza: una rete a maglie troppo larghe?