Il saggio esamina il rapporto canto-danza, la relazione tra la parola e la nota cantata e l'espressività del corpo intero nel movimento drammatico del canto di Maria Callas. Oltre a riferimenti interdisciplinari sul gesto della cantante-attrice, le riflessioni sulla sfida sublime di danzare sulla voce della Callas vanno dal teatro alla danza al movimento plastico, recuperando l'integrità della "lirica della corporeità", con l'ausilio della poesia di Onofri e Pasolini.

Concetta Lo Iacono (2016). Lirica della corporeità. In Luca Aversano e Jacopo Pellegrini (a cura di), Mille e una Callas. Voci e studi (pp. 441-477). Macerata : Quodlibet.

Lirica della corporeità

LO IACONO, CONCETTA
2016

Abstract

Il saggio esamina il rapporto canto-danza, la relazione tra la parola e la nota cantata e l'espressività del corpo intero nel movimento drammatico del canto di Maria Callas. Oltre a riferimenti interdisciplinari sul gesto della cantante-attrice, le riflessioni sulla sfida sublime di danzare sulla voce della Callas vanno dal teatro alla danza al movimento plastico, recuperando l'integrità della "lirica della corporeità", con l'ausilio della poesia di Onofri e Pasolini.
978-88-7462-772-1
Concetta Lo Iacono (2016). Lirica della corporeità. In Luca Aversano e Jacopo Pellegrini (a cura di), Mille e una Callas. Voci e studi (pp. 441-477). Macerata : Quodlibet.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/319660
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact