«PROGETTO PER ABITAZIONI SOCIALI E SOSTENIBILI». L’Ater Roma pensa alle residenze anni ’70