Il nuovo percorso di accesso alla professione docente previsto dalla legge 107 e dal dlg 59 di fatto sembra allineare l’Italia alla maggior parte dei paesi europei riguardo alle modalità e alle procedure per la formazione dei nuovi docenti della scuola secondaria. La tesi che si intende sviluppare in questo contributo parte dalla considerazione che l’ottica assunta dal legislatore, in accordo con le teorie e le pratiche pedagogiche attuali, è di valorizzare l’interconnessione tra teoria e prassi nel percorso di formazione dei futuri docenti. Il contatto dinamico e costruttivo tra teoria e prassi si verifica peculiarmente nel contesto laboratoriale costituito dalla classe di veri allievi in cui il docente in formazione comincia a mettere in pratica la professione sotto la guida e lo sguardo attento del docente di scuola con funzioni di tutor. Pertanto si ritiene che il tutor scolastico, previsto dalle normative su citate, sia una figura nodale nel percorso formativo dei neo-docenti poiché svolge, come è proprio della dimensione tutoriale, un ruolo di mediazione, in questo caso, tra le teorie pedagogico-didattiche acquisite in ambito universitario e la pratica della docenza da esercitare nella scuola. Perciò sembra necessario indagare la figura del tutor scolastico prevista dalla legislazione, rilevandone i punti critici e valorizzandone le potenzialità al fine di farne emergere la funzione di mentore e guida che le è propria.

LA ROCCA, C., & Margottini, M. (2017). Teoria e pratica nella formazione dei docenti. Il ruolo del tutor scolastico nei percorsi FIT. FORMAZIONE & INSEGNAMENTO(3-2017), 57-69.

Teoria e pratica nella formazione dei docenti. Il ruolo del tutor scolastico nei percorsi FIT

Concetta La Rocca
;
Massimo Margottini
2017

Abstract

Il nuovo percorso di accesso alla professione docente previsto dalla legge 107 e dal dlg 59 di fatto sembra allineare l’Italia alla maggior parte dei paesi europei riguardo alle modalità e alle procedure per la formazione dei nuovi docenti della scuola secondaria. La tesi che si intende sviluppare in questo contributo parte dalla considerazione che l’ottica assunta dal legislatore, in accordo con le teorie e le pratiche pedagogiche attuali, è di valorizzare l’interconnessione tra teoria e prassi nel percorso di formazione dei futuri docenti. Il contatto dinamico e costruttivo tra teoria e prassi si verifica peculiarmente nel contesto laboratoriale costituito dalla classe di veri allievi in cui il docente in formazione comincia a mettere in pratica la professione sotto la guida e lo sguardo attento del docente di scuola con funzioni di tutor. Pertanto si ritiene che il tutor scolastico, previsto dalle normative su citate, sia una figura nodale nel percorso formativo dei neo-docenti poiché svolge, come è proprio della dimensione tutoriale, un ruolo di mediazione, in questo caso, tra le teorie pedagogico-didattiche acquisite in ambito universitario e la pratica della docenza da esercitare nella scuola. Perciò sembra necessario indagare la figura del tutor scolastico prevista dalla legislazione, rilevandone i punti critici e valorizzandone le potenzialità al fine di farne emergere la funzione di mentore e guida che le è propria.
LA ROCCA, C., & Margottini, M. (2017). Teoria e pratica nella formazione dei docenti. Il ruolo del tutor scolastico nei percorsi FIT. FORMAZIONE & INSEGNAMENTO(3-2017), 57-69.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11590/325901
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact